lunedì 2 aprile 2007

Ecco cosa abbiamo ottenuto sabato dal Sindaco!

L'incontro di sabato non e' andato come volevamo, nel senso che c'e' una certa staticita' e una certa forse paura di fare qualche cosa da parte del comune di Arcore. Sono trapelate tante e troppe cose in una seduta che secondo noi era troppo ristretta (1 ora e mezza) per parlare di tutto. In ogni caso il sottopassaggio non hanno in mente per il momento di farlo perche' costa troppo e per quanto riguarda i parcheggi dei pendolari nessuna novita' a parte che forse faranno un autosilos a pagamento nella zona della PEG una volta che costruiranno li' la nuova scuola. Ci hanno anche detto che i pendolari danno fastidio agli abitanti di Arcore, e che non hanno nessun diritto di dire nulla perche' sono appunto dei cittadini di altre citta'. In questo modo pero' non accontentano ne i pendolari, e neppure i cittadini di Arcore con questa loro presa di posizione. Ci hanno detto di usufruire dei 50 posti che ci sono nell'autosilos in via umberto 1° che non viene utilizzato al costo di 20cent all'ora (certo che costruire un autosilos in centro ad Arcore ?? soldi buttati via direi.........). Ma non si poteva fare un autosilos piu' vicino alla stazione cosi' i pendolari potevano usarlo? e poi quella via e' a senso unico bisogna circumnavigare il centro per andarci creando altro traffico. Insomma forse non hanno capito o forse non vogliono capire, magari con le firme dei cittadini che li hanno votati riescono a capire che un sottopassaggio tra il passaggio a livello di Velasca e quello di Arcore e dei parcheggi nuovi per i pendolari possono servire VERAMENTE. Lunedi' 2 aprile abbiamo l'incontro con i Verdi, vediamo che cosa ci dice l'opposizione. Vi terremo aggiornati.!
Grazie e se avete domande e dubbi scriveteci pure.
P.s.: il comitato di Piazza Pertini ci suggerisce il seguente percorso per raggiungere il parcheggio coperto sopra citato:
(citazione da una mail ricevuta da noi del comitato)
Ho letto anche il "commento" su L'Esagono di questa mattina.
Personalmente non avevo dubbi che non si sarebbe approdati a nulla.
In ogni caso volevo solo dire che non è che sia proprio necessario circumnavigare la città per accedere all'autosilo di via umberto, se uno fa via edison, piazza pertini, largo arienti, via piave e davanti alla chiesa di sant'eustorgio gira a destra, accede al sito indicato dall'amministrazione. Certo così si ingolferanno ancora di più via edison e piazza pertini (senza contare che in un certa fascia oraria via edison non si può attraversare perchè c'è l'ingresso dei bambini della Dante Algihieri).....

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Sono schifato dalle parole del sindaco. E' per questo che l'Italia sta andando in rovina. Perchè ognuno di noi pensa solo al proprio cieco interesse e non si preoccupa degli altri, a far funzionare il sistema globalmente. No alle strade, no alle discariche, no alla TAV, no ai parcheggi (perchè gli arcoresi vengono a piedi, siete voi "stranieri" che intasate arcore), però poi vogliamo e pretendiamo tutto. Continuiamo così, pensiamo solo al nostro orticello. Il senso per l'unità di Italia ci è rimasto solo nelle partite della nazionale. Invece di scaricare il barile sui comuni limitrofi, non potrebbe il Sindaco mettersi daccordo con gli altri Sindaci (Vimercate, Lesmo, ecc.) o con FS, per fare qualcosa, magari dividere la spesa del sottopassaggio. Oppure passiamo all'attacco e presentiamoci in massa con le nostre auto sotto la casa del Sindaco o in comune, giusto per far vedere, nel caso non abbia ben capito, cosa succede ogni mattina.

Gianluca ha detto...

Se ad Arcore i Pendolari danno fastidio, possono anche decidere di non avere piu' una stazione, e di cederla a Villasanta o a Velasca.
Insomma loro vorrebbero la stazione solo per loro, solo per la gente di Arcore.
e' come dire che a Milano solo quelli che abitano al Duono possono scendere alla fermata Duomo.
Ogni comune guarda il suo orticello, ogni comune fa' quello che vuole sul suo territorio, pero' e' nata la provincia di Monza e della Brianza, ma mi sa' solo per avere altri politici, altra burocrazia, altri costi e meno servizi (guardatevi online la puntata di Report http://www.report.rai.it/ cosi' capite di che cosa si sta' parlando!)